In Attività, Eventi, Pubblicazioni

È la notte tra il 25 e il 26 gennaio 1904 quando un incendio, scoppiato nei locali della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, divora circa la metà dei codici ebraici custoditi nella struttura oltre a moltissimi altri libri archiviati nelle diverse sezioni. Un patrimonio culturale ingente va in fumo e anche numerose opere sopravvissute necessitano di cure e di un restauro conservativo che si protrae per oltre un secolo.

Tra le varie testimonianze riportate a nuova vita nel corso degli anni una singolare composizione bilingue (ebraico e italiano) dal titolo “Divina corona di Savoia” dedicata dall’ebreo piemontese Diodato Segre a Carlo Emanuele I di Savoia, detto dai suoi sudditi “Testa di fuoco”, risale al 1622 ed è stata al centro di un denso lavoro scientifico curato dall’archivista Chiara Pilocane e pubblicato grazie all’impegno della Fondazione Beni Culturali Ebraici in Italia (che ha istituito una borsa di studio) sotto il nome di “Nezer ha-qodesh mi-Savoia, che vuol dire Divina Corona di Savoia” (Rassegna Mensile di Israel, Giuntina).

Il volume è stato presentato in due occasioni, a Torino il 30 ottobre 2013 e a Roma il 19 febbraio 2014

image-0001

image-0001 (1)

Recent Posts

Start typing and press Enter to search