In Home, News

Se questo è un uomo, il libro che Levi definiva “primogenito”, uscì, nella sua prima edizione e dopo diversi rifiuti, nel 1947 per la piccola casa editrice torinese De Silva diretta da Franco Antonicelli.
Del libro furono stampati 2500 esemplari e ne furono venduti 1500; l’opera ebbe alcune recensioni autorevoli, tra cui quella di Italo Calvino che la definì un libro magnifico, le cui pagine, di autentica potenza narrativa, sarebbero rimaste nella seconda guerra mondiale.
Ci vollero poi molti decenni affinché Levi venisse considerato uno scrittore dalla statura pari a quella del testimone. Nel 1958, Se questo è un uomo fu ristampato dalla casa editrice Einaudi: da quel momento in poi è stato tradotto in decine di lingue, ed è ormai considerato una delle opere più alte sullo sterminio ebraico, sia per la precisione della testimonianza sia per il suo risultato letterario.
A quella prima, preziosa, edizione del libro pubblicata nel 1947 è dedicata la mostra intitolataSe questo è un uomo, il libro “primogenito”, a cura del Centro Internazionale di Studi Primo Levi, che si terrà presso la Sala mostre classica della Biblioteca Nazionale di Torino dal 14 novembre al 15 dicembre 2018.

PER LEGGERE IL COMUNICATO STAMPA CLICCA QUI

Se questo è un uomo, il libro “primogenito”
a cura del Centro Internazionale di Studi Primo Levi Sala mostre classica
Biblioteca Nazionale Universitaria,
Piazza Carlo Alberto, 3, Torino
14 novembre – 15 dicembre 2018

L’esposizione, a ingresso gratuito, sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 18. Il sabato la mostra sarà visitabile dalle ore 10 alle ore 13.

Per ulteriori informazioni:
Centro Internazionale di Studi Primo Levi
011436990
Cristina Zuccaro (cristina.zuccaro@primolevi.it),
Victoria Musiolek (info@primolevi.it)

Recent Posts

Start typing and press Enter to search